Altidona

Macerata, attesa per manifestazione

Strade deserte, pochi negozi aperti, mezzi del Comune che rimuovono i cassonetti dell'immondizia: Macerata si prepara alla manifestazione dei centri sociali, a cui hanno aderito pezzi di sinistra, contro il razzismo e il fascismo in programma nel pomeriggio. In città, nonostante l'autorizzazione della Prefettura al corteo, continua a prevalere la paura di scontri e di incidenti già verificatisi nei giorni scorsi. La maggior parte dei negozi, anche nel centro storico che non sarà toccato dalla manifestazione, sono chiusi e quelli che hanno aperto chiuderanno alle 13.00. I partecipanti al corteo hanno attaccato manifesti invitando a scendere in piazza, ma tanti altri hanno serrato i portoni con catene e tavole di legno. Per ora la situazione è tranquilla e il dispositivo delle forze dell'ordine non è ancora stato schierato. Una mozione di sfiducia sul tema migranti e sicurezza nei confronti del sindaco di Macerata Romano Carancini è stata depositata dai consiglieri di opposizione (Fi, Fdi, civiche).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie